Provincia di Grosseto

Palazzo Provincia

L'archivio dell'Amministrazione provinciale si articola in due depositi effettuati a distanza di vari anni l'uno dall'altro. La parte storicamente più antica (1860-1923 con docc. dal 1823 fino al 1944), va ad integrare il carteggio degli Affari generali dell'ente fino al 1923.

Questo archivio segna il momento del difficile passaggio fra le istituzioni preunitarie come l'Uffizio del Buonificamento delle Maremme, l'Ingegnere del Compartimento, la Camera di Soprintendenza Comunitativa e la Provincia di Grosseto che ne ereditò le competenze nello stesso territorio, contribuendo a conferire la necessaria continuità per uno studio sistematico del territorio. Di notevole interesse è la gestione del patrimonio dell'ex Uffizio dei Fossi divenuto patrimonio particolare della Prefettura. Cospicua è la documentazione relativa all'infanzia abbandonata e alla gestione dei malati di mente.

Gli atti conservati nella seconda parte (metà sec. XIX - 1980) sono stati suddivisi in tre sezioni: la prima relativa alla documentazione prodotta direttamente dall'Amministrazione provinciale dal 1862 al 1958, la seconda che raccoglie il materiale prodotto o di competenza dell'O.M.N.I (Organizzazione Nazionale Maternità e Infanzia) e una terza denominata "Archivi aggregati" dove è confluito il materiale ritrovato fra quello di competenza della Provincia, ma in realtà proprio di altri uffici.Gettatelli

Quest'ultima sezione comprende gli atti dell'Amministrazione per le attività assistenziali italiane ed internazionali di Grosseto, la Cassa di depositeria di Grosseto, l'Ente comunale di assistenza, i Gettatelli (infanzia abbandonata), infine il Servizio danni di guerra.

Medagliette di gettatelli